A 190 anni dalla nascita di Jules Verne

jules verne
comune sesto fiorentino

Una mostra su Jules Verne in biblioteca

A 190 anni dalla nascita di Jules Verne, la biblioteca E. Ragionieri di Sesto Fiorentino ha deciso di rendergli omaggio , esponendo  nelle vetrine dell’atrio edizioni antiche e moderne delle opere di questo famoso scrittore presenti nel catalogo.
Sui libri di Verne hanno sognato grandi e piccini nei secoli passati e questo autore può essere ritenuto a buon diritto un precursore del genere letterario che oggi definiamo fantascienza.  Fu scoperto dallo scrittore ed editore Pierre –Jules Hetzel che pubblicò  i suoi racconti tra il 1863 ed il 1911 nella serie Viaggi straordinari attraverso i mondi conosciuti e sconosciuti che ebbe  presto un successo  internazionale.
Le prime edizioni italiane dei romanzi  di Verne appaiono all’inizio del  1870.  In mostra potete vedere sia alcune edizioni  originali francesi   di Les voyages extraordinaires  che una rara edizione  di  La storia dei grandi viaggiatori , uscita per i tipi della Treves nel 1874. Negli anni successivi, Verne diventato un classico della letteratura per ragazzi  ebbe vari editori : Tipografia editrice Lombarda,  Alfredo Brigola, Paolo Carrara, Sonzogno e negli anni venti  del Novecento Cesare Cioffi.   Tutti editori di Milano. E non a caso perché il mercato librario lombardo, nel campo della nuova letteratura per l’infanzia si distinse dal polo torinese e  fiorentino tradizionalmente legato  alla didattica e alla pedagogia per dedicarsi ad ambiti meno educativi e più ricreativi ( e anche più  commerciali), prendendo spesso a modello i testi francesi di cui venivano pubblicate le prime traduzione italiane. Tra gli editori milanesi un numero insolitamente alto di traduzioni dal francese , fra le quali emergono proprio quelle di Jules Verne, si rileva nel catalogo di una libreria editrice di modeste dimensioni quella di Paolo Carrara aperta  a Milano nel 1859.
Negli anni 80 del Novecento quando le edizioni  sopracitate , illustrate per lo più in bianco e nero da George Roux , erano diventate appetibili più per i  bibliofili che per i ragazzi,  la Mursia ristampò tutto Verne in edizione integrale nella Collana Corticelli. Anche questi volumi con le loro coloratissime copertine sono esposti  in biblioteca.
Suggestivo e d interessante  il confronto  che proponiamo ai visitatori fra alcuni titoli celebri come Giro del mondo in 80 i giorni,  Ventimila leghe sotto i mari , Michele Strogoff e il Capitano Hatteras  nelle edizioni  delle varie epoche.
Accanto ai testi potrete vedere anche le vecchie schede bibliografiche da quelle scritte a mano in bella calligrafia dal maestro Prucher, all’epoca bibliotecario della Società per la biblioteca circolante a quelle dattiloscritte con una vecchia macchina da scrivere  Olivetti che fa bella mostra di sé nelle vetrine.
La mostra è e aperta fino al 30 marzo ed è visibile  negli orari di apertura della biblioteca.

Ultimo aggiornamento: Lun, 05/03/2018 - 15:18