Sesto e il Medioevo

comune sesto fiorentino

Tanti appuntamenti in città, il 12 e 13 ottobre in biblioteca

Il Medioevo accende per due settimane Sesto Fiorentino, tra rievocazioni, antichi mestieri, esibizioni. È la sesta edizione di “Sesto e il Medioevo”, manifestazione promossa dal Comune di Sesto Fiorentino e di Calenzano nell’ambito de “Il Medioevo alle porte di Firenze”.
Da sabato 30 settembre a domenica 15 ottobre tante le iniziative previste, a cominciare dal “Concorso vetrine sul Medioevo”, con le vetrine degli esercizi del centro che saranno allestite a tema medievale per tutto il periodo della kermesse, a “I sapori del Medioevo”, che vedrà numerosi bar e ristoranti del centro offrire piatti, degustazioni e preparazioni ispirate alla cucina medievale.
Il clou sarà domenica 1 ottobre, quando in piazza Vittorio Veneto, via Cavallotti, via Verdi, via Gramsci verrà allestito un accampamento medievale e si terranno le esibizioni dei gruppi storici, gli spettacoli di falconeria e le dimostrazioni degli antichi mestieri. Alle 16,30 sfilerà il Corteo Storico.
Numerose le iniziative previste per i giorni seguenti: venerdì 6 ottobre, alle 18, La Racchetta e la Società Astronomica Fiorentina organizzano una merenda cena con osservazione del cielo nell’area Antincendio della Fonte dei Seppi; domenica 8 ottobre, da Ceppeto, partirà una passeggiata, alle ore 9, che raggiungerà Pescina, attraverso i luoghi medievali della collina, mentre mercoledì 11 ottobre sarà la volta della Cena medievale presso il ristorante Sesto Senso.
Giovedì 12 ottobre, alle ore 18, presso la Biblioteca Ragionieri, sarà presentata la prima “Tesi in comune”. Ad essere esposto sarà il lavoro di laurea di Cristian Sarchi, intitolato “Uno sguardo sul contado del ’400: storia della nostra comunità”.
Sempre in biblioteca, venerdì 13 ottobre, alle ore 17, si terrà “Nobili cavalieri e note d’amore”, avventure del Medioevo raccontate alla maniera dei trovatori con musiche, canti di ispirazione e letture. Seguirà un laboratorio creativo per bambini dai 6 ai 10 anni.
Sabato 14 ottobre, alle 9,30, è prevista, infine, la visita al complesso religioso de La Castellina.

Misure di sicurezza e variazioni alla circolazione per domenica 1 ottobre
In occasione della giornata del 1 ottobre, come richiesto dalle nuove norme e disposizioni riguardanti gli eventi in piazza, sono stati predisposti alcuni accorgimenti di natura organizzativa. In particolare, l’accesso e l’uscita dall’area della manifestazione saranno possibili soltanto dai varchi controllati predisposti in largo V Maggio, via Barducci, piazza Ginori, via Gramsci angolo via Cavallotti, piazza della Chiesa. All’interno della manifestazione sarà vietata l’introduzione di bottiglie e contenitori in vetro.
Per permetterne lo svolgimento, dalle 8 alle 24 del 1 ottobre sarà istituito il divieto di sosta e transito in piazza Vittorio Veneto e in piazza IV Novembre nella corsia sul lato est.
Dalle 14 alle 20 i divieti di transito e sosta con rimozione forzata saranno estesi su ambo i lati di via Verdi, di via Dante Alighieri, di via Cavallotti, di largo V Maggio, della corsia carrabile lato nord di piazza Vittorio Veneto e di via Antonio Gramsci nel tratto compreso tra via Giuseppe Verdi e via Cavallotti. Gli autobus in transito verso Firenze seguiranno l’itinerario viale Giulio Cesare - via della Querciola - viale Ariosto - via Pavese - viale Machiavelli; quelli in transito verso Calenzano seguiranno il percorso via Gramsci - viale della Repubblica - via Primo Settembre - viale Primo Maggio - via Cafiero - via dell’Olmo - via del Campo Sportivo – piazza Bagnolet - via Pratese. Le fermate saranno quelle esistenti lungo il percorso in deviazione.

Ultimo aggiornamento: Gio, 05/10/2017 - 09:27