Sesto Città Ciclabile

Perché la bicicletta, Perché Alfredo Martini

Un esempio di impegno, un maestro di sport, un punto di riferimento per generazioni di atleti: questo è stato Alfredo Martini per chi ha avuto la fortuna di poter condividere con lui un pezzo di strada.
Un sestese che ha segnato la storia dello sport italiano, in sella alla sua bici, e a bordo dell’ammiraglia della Nazionale di ciclismo, ma che ha conservato sempre intatto il legame con le proprie origini.
Il suo percorso umano e sportivo ha attraversato il Novecento: la passione per i pedali, sbocciata ad appena sette anni grazie ad una bicicletta color argento ricevuta in dono dai genitori, il lavoro di operaio alla Nuovo Pignone prima di fare del ciclismo la propria vita, la scelta dell’antifascismo e dell’impegno civile. Nel Dopoguerra i piazzamenti al Giro d’Italia e al Tour de France, negli anni di Gino Bartali e Fausto Coppi, e poi la consacrazione sportiva come CT della Nazionale che apre per Alfredo una lunga stagione di successi: sei titoli mondiali, sette argenti e sette bronzi tra il 1977 e il 1992. Ma più di ogni altra cosa, il ritratto di Alfredo Martini si ritrova nella sua umanità, nell’attenzione rivolta alle nuove generazioni di atleti e di cittadini, nella generosità con cui, fino all’ultimo, si è speso affinché la bicicletta, amore di tutta la vita, potesse essere uno strumento per rendere migliore il mondo, qui ed ora.

“La bicicletta è la chiave di movimento e lettura delle grandi città. Un contributo sociale. E non ha controindicazioni. Fa bene al corpo e all’umore. Chi va in bici fischietta, pensa, progetta, canta, sorride. Chi va in macchina s’incattivisce o s’intristisce. La bicicletta non mi ha mai deluso. La bicicletta è sorriso, e merita il Nobel per la pace.”
Alfredo Martini, 18 febbraio 1921 - 25 agosto 2014

A lui, a questo sestese conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per le sue qualità di uomo non meno che per i risultati sportivi, abbiamo scelto di intitolare la rete ciclabile di Sesto Fiorentino, legando indissolubilmente una parte della nostra città ad un grande uomo per il quale la bicicletta è sempre stata prima di tutto “sorriso”.
Una rete ciclabile che permetta di muoversi da una parte all’altra di Sesto in sicurezza e rispetto per l’ambiente. La bicicletta può rappresentare davvero una rivoluzione per la nostra mobilità e per il nostro stile di vita, per la nostra salute e per quella delle città in cui viviamo. Uno dei piccoli ma importanti passi verso il cambiamento della nostra società, per una maggiore attenzione all’ambiente che ci circonda, che è come dire al futuro di noi tutti. Questa rivoluzione deve necessariamente sviluppare in parallelo due percorsi: quello infrastrutturale e quello culturale. Con impegno siamo riusciti a completare ed estendere, grazie all’utilizzo di fondi regionali ed europei, un lavoro iniziato anni fa, l’anello ciclabile, che si snoda da nord a sud e che è soltanto la prima parte di un progetto che, nei prossimi anni, vedrà realizzati nuovi tratti per raggiungere tanti altri punti di interesse (scuole, parchi, Centro commerciale naturale, impianti sportivi, ecc) per rendere Sesto ancora di più una città a misura di bicicletta. Una parte fondamentale, quella delle piste e dei percorsi sicuri, per cominciare a pedalare tutti insieme con forza lungo il secondo percorso: promuovere l’uso della bicicletta per i nostri spostamenti, quelli di tutti i giorni. Cerchiamo di limitare il più possibile l’uso delle auto e dei mezzi privati: abbiamo a disposizione un mezzo più economico (niente carburante e nessuna spesa assicurativa), più ecologico (niente emissioni) e spesso più veloce, perché con le nuove piste è veramente rapido spostarsi da un punto all’altro... provare per credere!

 

POR-CREO-FESR 2014-2020 – Azione 4.6.4. b)

“Reti di percorsi ciclo pedonali nell’area della Piana Fiorentina”

Il Comune di Sesto Fiorentino, al fine di sviluppare la mobilità sostenibile sia comunale che intercomunale e di contribuire in maniera significativa all’abbattimento dei volumi di traffico legati agli spostamenti urbani, ha attivato, in questi ultimi anni, un insieme sistematico di interventi per giungere alla realizzazione di un sistema integrato di percorsi che racchiudano l’abitato di Sesto in un anello ciclo-pedonale, dal quale si dipartono ulteriori percorsi di collegamento sia con le maggiori emergenze di interesse pubblico, culturale ed economico, sia con i comuni limitrofi e con il Parco Agricolo della Piana, oltre a prevedere l’interscambio con gli altri sistemi di spostamento, quale  la linea ferroviaria Firenze - Prato. Uno strumento completo e funzionale, atto a disincentivare l’uso del mezzo privato, garantendo, mediante l’incremento della mobilità dolce, la riduzione delle emissioni inquinanti per il miglioramento della qualità dell’aria.

Il Comune di Sesto ha pertanto partecipato alla procedura negoziata, indetta da Regione Toscana per l’attuazione di alcuni interventi inerenti la rete dei percorsi ciclo pedonali nell’area della piana fiorentina, e l’11 dicembre 2018, ha sottoscritto l’Accordo di Programma tra la Regione Toscana, i comuni di Poggio a Caiano, Carmignano, Sesto Fiorentino, Calenzano, Firenze, Prato, Signa, Campi Bisenzio, la Città Metropolitana di Firenze e la provincia di Prato, per l’attuazione degli interventi ammessi al programma POR-CREO-FESR 2014-2020 – Azione 4.6.4. b) “Reti di percorsi ciclo pedonali nell’area della Piana Fiorentina”. Accordo approvato con il D.P.G.R. n. 212 del 27/12/2018 e efficace dal 09/01/2019, data di pubblicazione sul B.U.R.T.

Gli interventi ammessi al co-finanziamento regionale POR-CREO-FESR 2014-2020 – Azione 4.6.4. b) “Reti di percorsi ciclo pedonali nell’area della Piana Fiorentina”, pari all’80% del valore dell’opera, sono i seguenti :

Collegamento tra la stazione ferroviaria ed il percorso ciclo pedonale di Viale Ariosto.
Si tratta del progetto del percorso che dall’attuale uscita della stazione ferroviaria di Sesto Fiorentino, binario 4 e sottopassaggio, costeggiando il parcheggio retro stazione ed il Fosso del Gavine, attraversa Viale Ariosto, prosegue in direzione ovest fino alla Via Tassoni per collegarsi, lunga stessa Via Tassoni, alla rete dei percorsi esistenti, che si attesta su Via della Querciola, in attesa di collegarsi, una volta completati gli interventi in progetto nel Parco della Piana, al percorso ciclo pedonale di collegamento tra il Polo Scientifico di Sesto Fiorentino e la Villa Montalvo di Campi Bisenzio.
Importo opera :        € 180.000,00
Finanziamento POR-CREO-FESR 2014-2020 – Azione 4.6.4. b) :  € 142.759,04
Co-finanziamento comune :      €    37.240,96
Progettazione : Progetto esecutivo approvato dalla G.C. con del. n. 42 del 12/02/2019
Inizio lavori : 9 settembre 2019
Fine lavori   : 7 dicembre 2019

Dotazione di attrezzature funzionali per la sosta in prossimità della Biblioteca Ragionieri
Si tratta dell’intervento inerente la collocazione sulla Piazzetta della Fornace ed all’ingresso dell’edificio della Villa di Doccia, che ospita la Biblioteca comunale Ernesto Ragionieri, di nuove rastrelliere atte a soddisfare il bisogno di spazi di sosta delle biciclette dei numerosissimi utenti che gravitano giornalmente nel polo culturale, oltre a verificare lo stato manutentivo delle rastrelliere esistenti in vari punti del territorio comunale, prevedendone la loro sostituzione.
Importo opera :        € 60.000,00
Finanziamento POR-CREO-FESR 2014-2020 – Azione 4.6.4. b) :  € 47.064,32
Co-finanziamento comune :      € 12.935,68
Progettazione : Progetto esecutivo approvato dalla G.C. con del. n. 41 del 12/02/2019
Inizio lavori : 23 luglio 2019
Fine lavori  prevista : 2 agosto 2019


Collegamento direttrice Nord Sud, dal Parco dell’Oliveta a Viale Ariosto
Si tratta del progetto del percorso ciclo pedonale di collegamento lungo la direttrice Nord Sud, tra il Parco dell’Oliveta ed il Viale Ariosto. Gli interventi interessano la riorganizzazione dell’asse viario del Viale Machiavelli/Viale Repubblica, con rifacimento, nel tratto tra Via Gramsci e Via Giusti, dell’assetto generale di Via Machiavelli. Al fine di rendere evidente l’importo degli interventi oggetto della richiesta di finanziamento per la realizzazione del percorso ciclo pedonale, è stato redatto, oltre al computo metrico generale, uno specifico sottocomputo riferito ai costi afferenti alla realizzazione del solo percorso ciclo pedonale, compresa quota parte del rifacimento della strada e della nuova illuminazione pubblica strettamente connessi alla realizzazione del percorso, redigendo un sotto quadro economico per la richiesta di finanziamento.
Importo opera complessivo dell’opera:    € 775.000,00
Importo relativo al solo percorso ciclo pedonale:   € 312.000,00
Finanziamento POR-CREO-FESR 2014-2020 – Azione 4.6.4. b) :  € 248.017,92
Co-finanziamento comune sul solo percorso ciclo pedonale :  €   63.982,08
Progettazione : Progetto esecutivo approvato dalla G.C. con del. n. 144 del 07/05/2019
Inizio lavori previsto : entro settembre 2019 (durata 165 gg)
Fine lavori  prevista :  entro febbraio 2020


Gli interventi finanziati con altre risorse regionali, rendicontabili e certificabili in overbooking all’interno del POR-CREO-FESR 2014-2020 – Asse 4. Azione 4.6.4. b) “Reti di percorsi ciclo pedonali nell’Area della Piana Fiorentina”, già inseriti nella Convenzione stipulata in data 06/07/2017 tra Regione Toscana ed i comuni di Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio, ed inserito nell’accordo di Programma sottoscritto l’11 dicembre 2018, sono i seguenti:
Progetto1 Lotto1 – Realizzazione pista dal Polo Scientifico a Via di Limite nel territorio di Sesto Fiorentino
Si tratta del tratto più consistente dell’intero percorso ciclo pedonale di collegamento tra il Polo Scientifico di Sesto Fiorentino e la Villa Montalvo di Campi Bisenzio. L’intervento, i cui lavori si sono conclusi il 24/12/2018, si snoda tra il Polo Scientifico e la Via di Limite, attraversando il sistema dei percorsi esistenti nella piana.
Importo opera : € 1.340.000,00
Progetto esecutivo : approvato con la deliberazione di G.C. n. 213 del 01/08/2017
Inizio lavori : 18/06/2018
Fine lavori   : 24/12/2018

Progetto1 Lotto 1.3 – Realizzazione area di sosta attrezzata a servizio del Parco e posa in opera arredi ed impianti lungo il percorso delle piste dell’intervento per la realizzazione di aree di sosta,
Si tratta della realizzazione di un’area attrezzata e di sosta, di circa 15.585 mq., di servizio al parco, posta al centro del percorso, in corrispondenza della Cassa di espansione di Padule. Un’area interamente ciclo-pedonale, con un parcheggio lungo dalla Via del Pantano, dotata di piccoli manufatti destinati ad accogliere i servizi ed un punto informativo e di ristoro per i fruitori del parco, con percorsi ciclabili e pedonali distinti ad individuare le varie zone del parco, oltre alla realizzazione di arredi ed impianti lungo il percorso ciclo-pedonale.
Importo opera : € 1.470.000,00
Progetto definitivo : approvato con la deliberazione di G.C. n. 36 del 13/02/2018
Approvazione Progetto esecutivo : prevista entro 2019
Inizio lavori : prevista entro febbraio 2020
Fine lavori   : prevista entro luglio 2020