comune sesto fiorentino

È stato sottoscritto nella mattinata di oggi, martedì 8 ottobre, il protocollo d’intesa del progetto “Sesto Fiorentino e Calenzano Autism Friendly” per la creazione di una rete di esercizi pubblici, attività commerciali e artigianali, spazi culturali che si impegneranno a mettere in atto azioni atte a favorire l’accoglienza e fruizione da parte di presone con autismo. Gli operatori economici partecipanti prenderanno parte entro la fine di novembre a un percorso formativo organizzato dal Dipartimento salute mentale infanzia e adolescenza della Ausl Toscana Centro in collaborazione con l’Associazione Sindromi Autistiche, durante il quale saranno fornite conoscenze sui disturbi dello spettro autistico e sugli accorgimenti, modificazioni ambientali, modalità comunicative da adottare nell’accoglienza delle persone con autismo. Gli esercizi partecipanti adotteranno il marchio “Autism friendly”.
Il progetto è promosso e coordinato dai Comuni di Sesto Fiorentino e Calenzano; hanno aderito al protocollo il Centro regionale per l’accessibilità della Regione Toscana, l’azienda AUSL Toscana Centro, la Società della Salute Zona Fiorentina Nord Ovest, l’Associazioni sindromi autistiche, l’Associazione Coala, l’Associazione Assieme, il Centro Commerciale Naturale Sesto sotto casa, la Pro Loco di Sesto Fiorentino, l’Azienda Farmacie e Servizi Spa, Confcommercio Firenze, CNA Firenze, Confesercenti e Confartigianato.
“Si tratta di un passo importante verso una città accogliente che ha visto una grande risposta tra tutti i soggetti contattati e che quindi ci auguriamo possa avere anche una diffusa partecipazione - ricorda l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Sesto Fiorentino Camilla Sanquerin - L’idea della città inclusiva caratterizza tanti nostri interventi sul tema della disabilità. Con le associazioni di categoria iniziamo un percorso che, però, è aperto a tutti gli esercizi interessati”
“A Calenzano inizieremo con 5/10 esercizi commerciali che già hanno tra i propri clienti famiglie con disturbi dello spettro autistico - spiega l'Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Calenzano Stefano Pelagatti - I gestori parteciperanno ad un incontro di formazione nel quale potranno apprendere le migliori metodologie di approccio con una clientela di questo tipo, allo scopo di favorire l'autonomia della persona con disturbi dello spettro autistico, che potrà così recarsi da sola a fare la spesa. Successivamente, dopo aver verificato l'efficacia del progetto sia per i negozi che per le famiglie, estenderemo il progetto ad altri esercizi commerciali”.

Ultimo aggiornamento: Ven, 11/10/2019 - 11:58