comune sesto fiorentino

Parte il progetto promosso da Comune e Culture Attive con il sostegno di Estra

È partito il progetto Sestreet, l’iniziativa promossa dall’associazione Culture Attive e realizzata col contributo di Estra Spa che porterà la street art in diversi angoli di Sesto Fiorentino. Il progetto, presentato in biblioteca a settembre e poi allargato alla partecipazione e alla collaborazione delle scuole del territorio, coinvolgerà alcuni dei migliori artisti di strada toscani per dare nuova vita ai muri della città, sia in centro che negli altri quartieri, trasformandoli in un libro aperto capace di raccontare storie e trasmettere emozioni attraverso il linguaggio universale della bellezza e dell’arte.
“In queste settimane siamo impegnati ad individuare insieme all’associazione i muri su cui far lavorare gli artisti - ricorda il sindaco Lorenzo Falchi - Stiamo prendendo in considerazione superfici di proprietà pubblica, ma la nostra attenzione è rivolta anche ad alcuni muri perimetrali privati, per i quali stiamo contattando i proprietari. Partiremo inizialmente con i muri di piazza IV Novembre e dell’Oliveta con l’obiettivo di estendere l’iniziativa a tanti angoli della città”.

“La piazza e la strada sono sempre state per Sesto Fiorentino e per i sestesi luogo di scambio, d'incontro, di bellezza e conquista. La città è sicuramente cambiata nel tempo, si è aperta a nuove culture, si è ingrandita ed evoluta, ma forse in questo individualismo che sta contaminando la nostra società, ha anche perso un po' l'aspetto di luogo d'incontro e scambio” sottolinea la curatrice esperta di street art, Francesca Nieri proseguendo: “Con il progetto 'Sestreet – la strada ci sta parlando' – che abbiamo progettato insieme all’associazione Culture Attive di San Gimignano e che sarà realizzato grazie al patrocinio e al contributo del Comune di Sesto Fiorentino e all’importante sponsorizzazione di Estra luce e gas spa - vorremmo, attraverso la potentissima forma espressiva della street art, animare alcuni punti strategici della città, nella consapevolezza che bellezza genera bellezza. Se doniamo fiori e colore al grigio magari le piazze potranno essere viste dalla nuova comunità che abita Sesto come il punto di partenza da cui generare altra bellezza, conoscenza, scambio. Cinque muri per sette street artist della scena fiorentina noti a livello nazionale, alcuni anche internazionale, che lanceranno un messaggio di rinascita, bellezza, scambio, integrazione, impegno, cultura”.

Il progetto partirà con i primi due interventi in programma tra la metà e la fine marzo: per prima sarà la delicatezza ed i colori pastello dell’artista Luvi a colorare il muro dell’Oliveta tra via Cavour e Colonnata, inserendolo in un continuum nel contesto naturale nel quale è immerso. “Elementi naturali e animali si uniranno a decori pittorici che intendono omaggiare le origini ceramiste sestesi, con elementi che si rifanno al romanzo di Collodi e alla storia di Pinocchio” sottolinea Francesca Nieri.
Successivamente sarà la volta dell’artista URTO sul muro di piazza IV novembre che con i suoi soggetti marini dalle tinte blu ci aprirà la strada a universi stellati tutti da scoprire. “Il suo ormai celebre ‘blu URTO’ che lo contraddistingue sembra pensato quasi ad hoc per creare un continuum con gli arredi urbani dei giardini della piazza e con l’area dedicata ai bambini adiacente” conclude Francesca Nieri.
“Una vera invasione colorata quella di Sestreet che proseguirà fino a ottobre con altri 5 artisti: Ni An, Monograff, Mìles, RMOGRL8120, per chiudere in bellezza con l’intervento di Exit Enter. “Un progetto di riqualificazione urbana che, attraverso la street art, consentirà a tutta la comunità sestese di valorizzare e riscoprire angoli della città, luoghi spontanei di ritrovo che vengono restituiti al territorio trasformati” sottolinea Martina Marolda dell’Associazione Culture Attive.

Ultimo aggiornamento: Gio, 12/03/2020 - 13:42