Attestazione di idoneità abitativa

Ultimo aggiornamento:

Giovedì, 14 Marzo 2019

Descrizione

Al fine di ottenere il contratto di soggiorno, il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno o per ospitare una persona straniera è necessario acquisire l'attestazione d'idoneità abitativa dell'alloggio sulla base dei parametri nel DM 5 luglio 1975.
Per ottenere l'attestazione ai fini del ricongiungimento familiare, è necessario procedere anche alla verifica della sussistenza dei requisiti igienico-sanitari previsti dall'art. 29 del testo unico sull'immigrazione, DLgs n. 286/1998 come modificato dalla legge n. 94/2009.

Modalità di richiesta

La richiesta deve essere presentata sul modulo predisposto dal Servizio politiche per la casa, i giovani e le famiglie contenente la dichiarazione sostitutiva di atto notorio fatta dal richiedente in cui devono essere specificati, fra l’altro, gli estremi della proprietà e del titolo d'uso dell'alloggio, le dimensioni dei vani (esclusivamente in metri quadri), la loro altezza e la presenza di finestre, nonché i riferimenti catastali.
Alla domanda deve essere allegato un documento di identità del richiedente.
Insieme alla domanda dovrà essere presentata la dichiarazione di ospitalità qualora non sussista un legame di parentela certificata anagraficamente tra il richiedente e l'intestatario del contratto di affitto.

Nel caso di ricongiungimento familiare deve essere allegata anche copia del passaporto dei familiari.
Si ricorda che sulla domanda, debitamente compilata e firmata, dovrà essere apposta una marca da bollo da € 16,00.
Il ritiro potrà essere effettuato anche con delega (vedasi modulistica allegata).

Sarà comunque necessaria un'altra marca da bollo da € 16,00.

Requisiti del richiedente

Per poter ottenere l'attestazione positiva è necessario che l'alloggio che dovrà ospitare lo straniero sia di dimensioni adeguate al nucleo familiare secondo quanto previsto dal DM 5 luglio 1975. Per idoneità abitativa sono vani utili tutti i vani esclusa la cucina se inferiore a 14 mq. Non sono rilevanti le superfici di corridoi, disimpegni, vani-scale e ripostigli. I vani saranno considerati idonei per una persona con una superficie minima di 9 mq. e per due persone con una superficie minima di 14 mq.

Tempi

Entro 30 giorni dalla presentazione della domanda

Reclami ricorsi opposizioni

In caso di inerzia del personale dirigenziale il potere sostitutivo è attribuito al Segretario Generale, in base alla deliberazione del Commissario Straordinario n. 31 del 29 settembre 2015, assunta con i poteri della Giunta.
Nei confronti del provvedimento finale può essere proposto ricorso al giudice amministrativo entro il termine di decadenza di 60 giorni dalla comunicazione/notificazione, dalla pubblicazione o dalla conoscenza del provvedimento stesso, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 2 luglio 2010, n. 104.
In alternativa può essere presentato ricorso al Presidente della Repubblica entro il termine di decadenza di 120 dalla comunicazione/notificazione, dalla pubblicazione o dalla conoscenza del provvedimento stesso, secondo quanto previsto dal D.P.R. 1199/1971.

Riferimenti e contatti

Ufficio
Politiche per la casa, i giovani e le famiglie
Referente
Lorenza Tosi - Marina Nardi - Nicoletta Fracassi - Anna Stella Basile
Responsabile
Stefania Matozzi
Indirizzo
via Barducci, 2
Tel
0554496307 - 0554496306 - 0554496323 - 0554496322
E-mail
casa@comune.sesto-fiorentino.fi.it
Orario di apertura
lunedì ore 10:30 - 13:30 e mercoledì ore 10:30 - 13:30 ; Giovedì ore 15:00 - 18:00

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *