Servizi online collegati

Presentazione della domanda per contributi a sostegno del pagamento del canone di locazione conseguente all’ emergenza epidemiologica covid-19

Contributi a sostegno del pagamento del canone di locazione conseguente all’ emergenza epidemiologica covid-19

Ultimo aggiornamento:

Giovedì, 28 Maggio 2020

Descrizione

ATTENZIONE:

GLI APPUNTAMENTI PER IL SERVIZIO DI AUSILIO ALLA COMPILAZIONE SONO ESAURITI. SI INVITANO GLI UTENTI AD UTILIZZARE IL SERVIZIO DI PRESENTAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA.


La situazione di emergenza dovuta al diffondersi del contagio dell’infezione Covid-19 sta producendo enormi danni economici che si traducono immediatamente in una drastica riduzione del reddito per un gran numero di soggetti e di nuclei familiari. Nel caso in cui tali soggetti o nuclei familiari siano conduttori di alloggi in locazione la improvvisa riduzione del reddito può avere come conseguenza immediata la difficoltà, se non l’impossibilità di provvedere al pagamento del canone di locazione, portando inevitabilmente a situazioni di morosità che preludono a provvedimenti di sfratto.

La Deliberazione della Giunta Regionale n. 442 del 31/03/2020 avente ad oggetto “Misura straordinaria e urgente “Sostegno al pagamento del canone di locazione conseguente alla emergenza epidemiologica Covid-19” ha previsto la possibilità di erogare contributi straordinari a sostegno del pagamento del canone di locazione.

Modalità di richiesta

A partire dal giorno 27/04/2020 e fino al giorno 18/05/2020 i soggetti in possesso dei requisiti sotto elencati, possono presentare domanda per ottenere un contributo straordinario a sostegno del canone di locazione.

Informazioni relative all’Avviso pubblico si possono ricevere presso il Servizio Politiche per la casa, i giovani e le famiglie – Via Barducci n. 2 esclusivamente previo appuntamento da richiedere chiamando nelle giornate di martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 8,30 alle 13,30 il numero 0554496325.

Aiuto alla compilazione della domanda si può ricevere invece presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico – Largo V Maggio esclusivamente previo appuntamento da richiedere chiamando il numero 055055 o prenotando attraverso il servizio on line pubblicato in questa pagina.

                        

            La domanda, debitamente compilata in ogni sua parte, corredata da copia del documento, allegati richiesti e della firma del richiedente, potrà essere presentata:

  • a mano all’Ufficio Protocollo Generale del Comune di Sesto Fiorentino Piazza Vittorio Veneto n. 1 nei giorni dal lunedì al venerdì. Nel mese di aprile con orario 8.30 - 11.00, nel mese di maggio con orario da stabilire.
  • a mano al Servizio Politiche per la casa, i giovani e le famiglie del Comune di Sesto Fiorentino Via Barducci n. 2 esclusivamente previo appuntamento da richiedere chiamando nelle giornate di martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 8,30 alle 13-30 il numero 0554496325.
  • In alternativa alla presentazione cartacea la domanda potrà essere compilata tramite procedura online, su piattaforma predisposta dal Comune alla quale si accede tramite il servizio on line pubblicato in questa pagina
  • spedita mezzo lettera raccomandata A/R tenendo presente che farà fede la data riportata sul timbro dell’Ufficio postale accettante.

Requisiti del richiedente

Possono partecipare i soggetti che alla data di pubblicazione dell’Avviso siano in possesso dei seguenti requisiti e condizioni:

  1. residenza anagrafica nel Comune di Sesto Fiorentino, nell’immobile con riferimento al quale si richiede il contributo.
  2. titolarità di un regolare contratto di locazione a uso abitativo, regolarmente registrato, riferito all’alloggio in cui si ha la residenza;
  3. assenza di titolarità di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, ubicato a distanza pari o inferiore a 50 Km dal comune in cui è presentata la domanda; non si applicano i requisiti indicati al presente punto quando il nucleo familiare del richiedente è titolare di immobili ad uso abitativo, purché uno solo di essi rientri alternativamente in una delle seguenti fattispecie:

c1) coniuge legalmente separato o divorziato che, a seguito di provvedimento dell’autorità giudiziaria, non ha la disponibilità della casa coniugale di cui è proprietario;

c2) titolarità di pro-quota di diritti reali e dei quali sia documentata la non disponibilità;

  1. valore ISE (Indicatore della Situazione Economica), calcolato ai sensi del DPCM 5 dicembre 2013 n.159 e successive modificazioni e integrazioni, non superiore a Euro 28.684,36 per l’anno 2019; qualora il richiedente non avesse presentato la DSU nell’anno 2019 potrà farlo nell’anno 2020, con le modalità previste dalle disposizioni governative vigenti, indicando nella domanda il numero di protocollo della pratica presentata e autocertificando che il proprio valore ISE non è superiore a Euro 28.684,36. Qualora invece il richiedente, sprovvisto di attestazione ISE per l’anno 2019, fosse nella impossibilità di richiedere l’attestazione relativa all’anno 2020 ha facoltà autocertificarne il valore. In questo ultimo caso, qualora risulti beneficiario del contributo, lo stesso verrà erogato solo alla presentazione di attestazione rilasciata da CAF abilitato - entro il termine ultimo del 30 giugno 2020 - che ne confermi il valore dichiarato.
  2. diminuzione del reddito del nucleo familiare in misura non inferiore al 30% (trenta per cento) per cause riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19, rispetto alle corrispondenti mensilità dell’anno 2019. Tale riduzione potrà essere riferita sia a redditi da lavoro dipendente (riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, ecc.), sia a redditi da lavoro autonomo (con particolare riferimento alle categorie ATECO la cui attività è sospesa a seguito dei provvedimenti del governo), sia a redditi di lavoro con contratti non a tempo indeterminato di qualsiasi tipologia;
  3. il presente contributo non è cumulabile con il contributo per l’autonomia dei giovani della Misura GiovaniSì relativo al canone di locazione di alloggio autonomo per l’anno 2020;
  4. non essere assegnatari di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica.

Informazioni

Il contributo della presente Misura straordinaria sarà calcolato sulla base del 50% (cinquanta per cento) del canone di locazione, in misura non superiore a 300 €/mese, comunque modulato, sulla base delle risorse economiche disponibili.

Il contributo corrisponde a 3 mensilità successive a partire da aprile 2020 e sarà corrisposto al permanere delle condizioni di accesso al contributo stesso.

Eventuali proroghe della Misura straordinaria saranno valutate esclusivamente sulla base dell’evoluzione della emergenza epidemiologica e saranno definite nella durata e nell’entità dalla Regione Toscana d’intesa con i Comuni.

Riferimenti e contatti

Ufficio
Servizio Politiche per la casa, i giovani e le famiglie
Referente
Anna Stella Basile, Marina Nardi
Responsabile
Alessandro Collini
E-mail
casa@comune.sesto-fiorentino.fi.it

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *