Servizi online collegati

Presentazione on line delle pratiche edilizie

Edilizia - Attivita' edilizia libera

Ultimo aggiornamento:

Martedì, 17 Agosto 2021

Descrizione

 

CILA SUPERBONUS

Dal 05/08/2021 sono disponibili i nuovi moduli della CILA Superbonus per gli interventi di cui all'articolo 119 del D.L. 34/2020 come convertito dall'art. 33 e 33bis del D.L. 77/2021. In attesa dell'adeguamento del portale delle pratiche edilizie le comunicazioni potranno essere presentate come ordinarie CILA, avendo cura di specificare nell'oggetto la denominazione di CILA Superbonus e di allegare la modulistica appropriata, usando anche il movimento "Integrazioni, osservazioni e comunicazione dell'interessato, anche volontarie". Cliccare sui seguenti link per scaricare modelli e linee guida di ANCI (Mod. CILA - Allegato A, Mod. Soggetti - Allegato B, Linee guida Anci).

 

AGGIORNAMENTO DELLA MODULISTICA UNICA REGIONALE  PER L'ATTIVITA' EDILIZIA

Con D.D. R.T. n. 999 del 27/01/2020 sono stati modificati i moduli unici regionali. Al link http://www.regione.toscana.it/-/modulistica-unica-regionale-per-le-attiv... è scaricabile tutta la documentazione relativa. Prima della presentazione della pratica si prega di verificare che i modelli utilizzati siano attuali.

***
 
Gli art. 6 e 6bis del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380  indicano gli interventi di “attività edilizia libera”.
L’art. 136 della L.R. 65/2014, prevede tre fattispecie di “attività edilizia libera”:
1.      Gli interventi che possono essere eseguiti senza titolo abilitativo;
2.      Gli interventi per i quali è necessaria una comunicazione dell’inizio dei lavori da parte dell’interessato allo sportello unico;
3.      Gli interventi per i quali la comunicazione di cui al punto precedente deve comprendere anche i dati identificativi dell’impresa che esegue i lavori ed alla quale deve essere allegata una relazione asseverata corredata degli opportuni elaborati progettuali.
 
Dai link può essere scaricato il Glossario degli interventi realizzabili in attività edilizia libera (Decreto 02/03/2018 Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - pubblicato in G.U. 81 del 07/04/2018)

Modalità di richiesta

Si comunica che dal 01/01/2020, con l'entrata in vigore del Nuovo Regolamento Edilizio, le pratiche edilizie dovranno essere presentate eclusivamente tramite portale telematico, se disponibili le relative procedure.
Le istanze trasmesse con altra modalità (pec o cartacea) saranno dichiarate irricevibili.

Requisiti del richiedente

La pratica può essere presentata dall'interessato e asseverata da un tecnico abilitato.

Documentazione da presentare

L'invio tramite portale prevede una procedura guidata, che recepisce la modulistica adottata da Regione Toscana.

Tutta la documentazione inviata deve essere firmata digitalmente, ovvero di regola avere il formato "p7m".
La procura speciale deve sempre essere allegata per ogni procedimento attivato (Permesso di costruire, Scia, Cila, Cil, Accertamento di conformità, ecc.ecc.).
Nel caso in cui i documenti siano stati firmati in originale cartaceo e successivamente acquisiti in formato .pdf, devono essere comunque firmati digitalmente e conservati presso lo studio o il domicilio dell'interessato.

Iter procedura

Con Delibera G.C. n. 127 del 21/06/2011 è stato istituito il controllo a campione delle CIL ai sensi della L.R. 1/2005.
Con Determina Dirigenziale n. 864 del 19/08/2011 è stata nominata la Commissione interna incaricata del sorteggio delle CIL da sottoporre a controllo.
Con Determina Dirigenziale n. 40 del 04/03/2015 è stata modificata la composizione della Commissione e sono state adeguate alla normativa le percentuali delle pratiche da sorteggiare.
 
I verbali dei sorteggi mensili sono allegati.

Costi

Con Delibera di Giunta n. 356 del 28/12/2017 sono stati integrati ed aggiornati gli importi dovuti per diritti di segreteria e rimborsi spese forfettarie per le procedure di competenza del Settore. I nuovi importi sono scaricabili qui. Per gli importi relativi a pratiche di edilizia produttiva consultare gli allegati alla delibera o contattare direttamente gli uffici SUAP.

La comunicazione relativa agli interventi di cui al comma 2, lettere a) e a bis), è subordinata alla corresponsione del contributo per oneri di urbanizzazione nei casi di cui all'articolo 183, comma 3. Per le modalità di pagamento consultare la scheda relativa.

Per le modalità di pagamento di diritti di segreteria, rimborsi spese, contributo concessorio, e sanzioni per mancata comunicazione dell’inizio dei lavori o la mancata comunicazione asseverata dell’inizio dei lavori, consultare la pagina http://www.comune.sesto-fiorentino.fi.it/comune/dati-generali-e-informazioni-sui-pagamenti

Tempi

I lavori possono essere eseguiti dal momento della presentazione al protocollo oppure al conseguimento dei necessari atti di assenso.

Informazioni

Occorre sempre e comunque richiedere l’autorizzazione paesaggistica per tutte le opere esterne da realizzarsi su edifici ricadenti in area sottoposta a vincolo paesaggistico (D.Lgs. 42/2004).
E’ sempre necessario il preventivo parere della Soprintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici per le modifiche, sia interne che esterne, di edifici tutelati dal D.Lgs 42/2004.
Occorre sempre e comunque richiedere l’autorizzazione al Vincolo Idrogeologico o presentare la Dichiarazione di Inizio Lavori (D.I.L.) per tutte le opere da realizzarsi su edifici e/o aree ricadenti in area sottoposta a vincolo idrogeologico, secondo quanto previsto dalla L.R. 39/2000, dal Regolamento di attuazione approvato con DPGR n. 48/2003 e dalla Disciplina Transitoria dei procedimenti in materia forestale e di vincolo idrogeologico, approvata con determina dirigenziale n. 688 del 18 maggio 2004.
Si invita a porre attenzione alle modifiche interne ed esterne in progetto nelle Aree Urbane Storiche, negli edifici storici posti in altre aree urbane e nel territorio aperto (Appendice 2 alle Norme Generali del RU).
Si richiama l’attenzione sul rispetto del Codice Civile per quanto riguarda tutti gli interventi sulle parti comuni degli edifici, in particolare sulla necessità che sia l’assemblea di condominio ad autorizzare eventuali modifiche all’edificio.
Per gli interventi riconducibili all’art. 136 c.2 lettera a), eseguiti in corso d’opera, in variante ai titoli abilitativi, si applicano le disposizioni di cui agli articoli 143 e 211 della stessa L.R. 65/2014.
Devono comunque essere sempre rispettate le norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico e sanitarie, e quelle relative all’efficienza energetica degli edifici.
NON tutti gli interventi di manutenzione straordinaria possono essere considerati attività edilizia libera.
Si ricorda  l’osservanza  degli eventuali obblighi derivanti da norme di natura fiscale.

Avvertenze

La mancata comunicazione dell’inizio dei lavori o la mancata comunicazione asseverata dell’inizio dei lavori comportano la sanzione pecuniaria pari a 1000,00 Euro, come disposto dall'art. 136 c. 6 della L.R n. 65/2014.  La sanzione è ridotta di 2/3 se la comunicazione è effettuata spontaneamente quando l’intervento è in corso di esecuzione.

Normativa di riferimento

D.P.R. 380/2001

D.LGS 42/2004

L.R. 65/2014

Riferimenti e contatti

Ufficio
Sportello Unico dell'Edilizia
Referente
Sportello Unico dell'Edilizia
Indirizzo
Via Dante Alighieri 8
Tel
055055
Fax
0554496773
E-mail
sue@comune.sesto-fiorentino.fi.it
Orario di apertura
Per gli orari consultare il link a destra.

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *