Sostegno Inclusione Attiva (SIA)

Sostegno Inclusione Attiva (SIA)

Ufficio: Ufficio Relazioni con il Pubblico
Referente: Antonella Migliori, Angela Della Gala
Responsabile: Silvia Bellandi
Indirizzo: Largo V Maggio
Tel: 0554496235 0554496357
Fax: 0554496224
E-mail: urp@comune.sesto-fiorentino.fi.it
Orario di apertura: Lun. Merc. Ven. ore 8,30 -13,30; Mar. Giov. ore 8,30-13,30 e ore 15,00-17,45; Sab. ore 9,00- 11,45

Descrizione

Il sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), istituito con la Legge di stabilità 2016, è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti minorenni, figli disabili o donna in stato di gravidanza accertata. L’obiettivo è di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Modalità di richiesta

La domanda deve essere presentata presso l'Ufficio relazioni con il Pubblico sull’ apposito modulo predisposto dall’INPS.

Requisiti del richiedente

  • Requisiti del richiedente: essere cittadino italiano o comunitario o non comunitario  lungo-soggiornante, residente in Italia da almeno 2 anni.
  • Requisiti familiari: almeno un figlio minorenne o disabile, ovvero donna in stato di gravidanza accertata
  • Requisiti economici: ISEE < 3.000 euro
  • Non beneficiare di altri trattamenti rilevanti: il valore complessivo dei trattamenti economici, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale non deve essere superiore  a euro 600 mensili. in caso di  presenza  nel  nucleo  di  persona  non  autosufficiente,  il  valore  complessivo  dei  trattamenti economici,  anche  fiscalmente  esenti,  di  natura  previdenziale,  indennitaria  e  assistenziale,  a qualunque titolo concessi dallo Stato o da altre amministrazioni, non deve essere superiore a 900 euro mensili.
  • Assenza beni durevoli di valore: nessun componente deve essere in possesso di autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda, ovvero di cilindrata superiore a 1.300 cc, nonché motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda. E' escluso  il  possesso  di  autoveicoli  e  motoveicoli  per  cui  è  prevista  una  agevolazione  fiscale  in favore delle persone con disabilità, ai sensi della disciplina vigente.

 

Non può accede al SIA chi è beneficiario della NASPI, dell’ASDI o altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati o della carta acquisti sperimentale.

Sono esonerati  dall’obbligo  di dichiarare lo stato di disoccupazione, ai sensi dell’articolo 19 del decreto legislativo n. 150 del 14 settembre 2015, , le persone non autosufficienti ovvero inabili al lavoro e gli studenti.

Documentazione da presentare

In caso di presenza nel nucleo familiare di donna in gravidanza accertata occorre allegare libretto di gravidanza con certificazione da parte della struttura pubblica e gravidanza superiore al 5° mese; in caso di presenza di soggetti disabili occorre allegare i certificati di invalidità.

Inoltre deve essere presentata la carta di identità.

Iter procedura

Il sussidio è subordinato all’adesione ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, da sottoscrive con i servizi sociali del territorio. In caso di mancato rispetto degli impegni assunti nel progetto, che coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare (adulti e minori), il contributo viene revocato.

Modalità di fruizione

Il beneficio ha una durata massima pari a 12 mesi.

Una nuova domanda  di  SIA  può  essere  presentata  solo  trascorsi  almeno  tre  bimestri  dall’ultimo beneficio percepito.
Nei casi di revoca del beneficio  è necessario ugualmente che intercorrano almeno tre bimestri tra la revoca e l’eventuale nuova richiesta.

Informazioni

  1. Il beneficio non è automatico ma è soggetto ad una istruttoria fatta dal Comune, dalla Società della Salute e dall’ INPS.
  2. la concessione del SIA avviene sulla base di una scala di valutazione del bisogno in base a carichi familiari, situazione economica e situazione lavorativa. La scala attribuisce un punteggio massimo di 100 punti; per accedere al SIA ne sono necessari almeno 25.
  3. nel caso in cui si venga ammessi, il beneficio economico è pari ad euro 80,00 mensili per ciascun componente del nucleo fino ad un massimo di euro 400,00 per 5 o più componenti. Ai  nuclei  familiari  composti esclusivamente  da  genitore  solo  e  da  figli  minorenni,  come  definito  ai  fini  ISEE  e  risultante nella DSU, è attribuito mensilmente un ammontare di ulteriori 80 euro.
  4. il contributo è erogato attraverso una carta prepagata spendibile per acquisti.
  5. nel caso in cui siano in possesso dell’assegno terzo figlio, bonus bebé o carta acquisti ordinaria queste misure vengono ridotte in conseguenza dell’accesso al SIA.

Avvertenze

L’INPS provvederà a rielaborare d’ufficio, con verifica dei requisiti al 30 aprile 2017 in  base  ai  nuovi  criteri,  tutte  le  domande  presentate  entro  il  29  aprile  2017,  che  siano  state rigettate  esclusivamente  per  effetto  dell’applicazione  di  uno  dei  criteri  modificati  dal  Decreto 16 marzo 2017.

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *