da Lunedì, 06 Luglio 2020 a Lunedì, 14 Settembre 2020
comune sesto fiorentino

Non solo la riapertura del chiosco nel Parco di Quinto all’interno del progetto “Quinto Social Street, ma anche tante iniziative di animazione e di fruibilità degli spazi che coinvolgeranno attivamente la cittadinanza attraverso una call for ideas.
Si tratta di un progetto realizzato e promosso dal Comune di Sesto Fiorentino in collaborazione con numerose associazioni del territorio nell’ambito degli interventi sostenuti dalla Regione Toscana a favore di azioni di rigenerazione e riqualificazione di spazi pubblici urbani.

"Su stimolo da parte del quartiere” - ha commentato l’assessore alle politiche sociali Camilla Sanquerin - " l’amministrazione ha concentrato in uno dei luoghi più popolosi del territorio tutta una serie di interventi partendo proprio dalle proposte delle persone, proponendosi di coinvolgere in particolare le fasce più giovani di cittadini in attività e laboratori per far emergere le loro competenze e attitudini, con l’idea di supportarli nella creazione di propri progetti destinati al luogo in cui vivono.

Proprio per questo, dal 22 giugno sono attivi (tutti i il lunedì e i mercoledì dalle 15:00 alle 17:00 e raggiungibili al 3664773975) animatori di strada con il compito di monitorare il quartiere in maniera più approfondita e intercettare proprio i ragazzi per coinvolgerli attivamente.

È aperta la call for ideas che, fino ad esaurimento del budget, permetterà a tutti gli interessati di realizzare proporre iniziative in ambito culturale e/o sociale centrate su sicurezza, valorizzazione e partecipazione del quartiere e del Parco di Quinto e riguardanti le macro aree: Arte e cultura, Sport e tempo libero, Ambiente e benessere, Istruzione e formazione.

"Crediamo molto in questo progetto - commenta l’assessore all’ambiente Silvia Bicchi - che oltre a fornire competenze e attivare l’interesse delle persone, punta a rilanciare importanti spazi pubblici dell’area interessata, a partire dal Parco di Quinto che ha le potenzialità di diventare, grazie ad alcuni interventi di intervento come quelle che hanno riguardato le attrezzature ludiche grazie al progetto di Bilancio partecipato, luogo di attrazione ospitante funzioni di socialità diffusa per  anziani, bambini e ragazzi, proprietari di cani, cultori dell’attività fisica e semplici frequentatori che utilizzano il parco per svago e ricreazione. A luglio verranno completati i lavori e da quel momento sarà possibile attivare idee e proposte dei cittadini."

“Un’iniziativa - conclude l’assessore Sanquerin - possibile solo grazie al contributo delle associazioni del territorio, in particolare il Circolo ACLI Gl’incontri, l’associazione Coala e la Società della Biblioteca Circolante, che vogliamo ringraziare ancora una volta per la disponibilità e la passione dimostrate anche in questo caso”.

Ultimo aggiornamento: Mar, 07/07/2020 - 11:02