comune sesto fiorentino

++ RISCHIO PIOGGE ABBONDANTI ++

In autunno sono frequenti piogge abbondanti, che spesso seguono un periodo di lunga siccità estiva. In particolare i rischi più importanti legati al maltempo autunnale sono i seguenti:

  •     Temporali
  •     Vento Forte
  •     Idraulico (allagamenti)
  •     Idrogeologico (frane)

 

⚠️ COSA FARE IN CASO DI TEMPORALE

Il cambiamento climatico fa sì che sempre più spesso venti e pioggia si concentrino in episodi brevi ma violenti. Bisognerà dunque imparare cosa fare (e cosa non fare) in caso di temporali.
I temporali sono fenomeni intensi, spesso rapidi e improvvisi, a cui possono essere associati forti piogge, grandinate, fulmini, raffiche di vento. Alcuni temporali possono dare luogo a trombe d’aria.

Ricordiamo che i temporali sono di difficile previsione nel tempo e nello spazio quindi, a maggior ragione, è indispensabile prendere seriamente le Allerte Meteo. Per questo invitiamo a mettere in atto tutte le azioni di prevenzione per una possibile precipitazione copiosa tutte quelle volte che scatta una Allerte Meteo (Gialla, Arancione o Rossa) o qualora una pioggia particolarmente intensa ci colga di sorpresa.

❗️ COSA FARE:

PRIMA

Se sei all'APERTO

   ✅ Se hai programmato una gita o qualsiasi altra attività all’aperto, informati sulle condizioni del tempo. Se le previsioni meteo indicano maltempo, presta attenzione alle Allerte.

   ✅ Se vedi lampi, soprattutto alla sera, il temporale può essere ancora lontano, anche decine di chilometri. Se senti i tuoni, il temporale è invece a pochi chilometri: allontanati velocemente.


DURANTE

Se sei all'APERTO

   ✅ evita di sostare vicino ad un torrente o un corso d’acqua, anche se è in secca: in caso di pioggia intensa si può rapidamente ingrossare.


Se sei in AUTOMOBILE

   ✅ non sostare sui ponti, limita la velocità, e appena possibile fai una sosta in attesa che la fase più intensa del temporale, che difficilmente dura più di mezz’ora, si attenui. Piogge intense possono provocare frane, colate di fango e smottamenti che potrebbero raggiungere la strada che stai percorrendo. Ricorda anche che il temporale può essere associato a grandine, con chicchi di ghiaccio che possono raggiungere anche dimensioni ragguardevoli, capaci di danneggiare le lamiere di un'automobile e di mettere a rischio la tua incolumità.

   ✅ Se la strada è già allagata, non fermarti e cerca di raggiungere, sempre a velocità moderata, un luogo sicuro dove sostare.


Se sei in CITTA'

    ✅ in caso di temporale in corso o appena avvenuto, non entrare in auto in un sottopasso se non hai la certezza che sia sgombro dall'acqua. E ricorda che anche poche decine di centimetri d'acqua posso costituire un grave pericolo.

    ✅ evita di sostare in scantinati, seminterrati, piani bassi, garage, a forte rischio di allagamento durante intensi scrosci di pioggia.


Un discorso a parte meritano i FULMINI:

Se sei all'INTERNO di un struttura o in auto

   ✅ non uscire.


Se sei all'APERTO

   ✅ non sostare accanto alle auto e cerca un riparo, camminando a passi brevi

   ✅ stai lontano dai tronchi degli alberi più alti e non ripararti sotto alberi isolati

   ✅ togliti di dosso oggetti metallici (orologi, braccialetti, anelli, collane, orecchini e monili), che possono causare bruciature

   ✅ non usare il telefono cellulare o altri apparecchi a radiofrequenza

   ✅ liberati da ombrelli e allontanati da pali, campanili, tetti, tralicci, gru, cime, antenne, alberi di metallo di una barca

   ✅ resta lontano anche dai tralicci dell’alta tensione, attraverso i quali i fulmini, attirati dai cavi elettrici rischiano di scaricarsi a terra

   ✅ non accendere fuochi perché il calore svolge una forte funzione catalizzatrice.


Se sei al MARE o al LAGO

   ✅ esci immediatamente dall’acqua e allontanati dalla riva, così come dal bordo di una piscina all’aperto, liberati di ombrelli, ombrelloni, canne da pesca e qualsiasi altro oggetto appuntito di medie o grandi dimensioni.


Se sei in MONTAGNA

   ✅ liberati di eventuali piccozze o sci, allontanati dai percorsi attrezzati con funi e scale metalliche e scendi di quota, evitando di rimanere su punti esposti come creste o vette e cerca riparo all’interno dell’automobile oppure all’interno di una grotta, di una costruzione o anche un bivacco, una cappella o un fienile, sempre mantenendo una certa distanza dalle pareti

   ✅ stai accovacciato a piedi uniti oppure seduto sullo zaino, non sdraiarti o sederti per terra

   ✅ se siete in gruppo non tenetevi per mano, ma rimanete distanti una decina di metri l’uno dall’altro.


Se sei in CAMPEGGIO

   ✅ sosta in una struttura in muratura, per esempio i servizi del camping

   ✅ se ti trovi in tenda: non toccare le strutture metalliche e le pareti ed evita qualsiasi contatto con oggetti metallici collegati all’impianto elettrico (es. condizionatori). Se riesci, togli l’alimentazione a tutte le apparecchiature elettriche.


Se sei in CASA

   ✅ non utilizzare apparecchiature collegate alla rete elettrica e il telefono fisso

   ✅ lascia spenti televisore, computer, asciugacapelli, ferro da stiro ed elettrodomestici (staccando spine e antenne)

   ✅ non toccare gli elementi metallici collegati all’esterno, come condutture, tubature, caloriferi ed impianto elettrico

   ✅ evita ogni contatto con l’acqua

   ✅ non sostare sotto tettoie e balconi, riparati invece all’interno della casa mantenendoti a distanza dalle pareti e da porte e finestre, assicurandoti che siano chiuse.


Se sei alla GUIDA

   ✅ resta con i finestrini chiusi e l’antenna della radio staccata o almeno abbassata, ed evita di toccare parti metalliche.


⚡️ Se una persona viene colpita da un fulmine non rimane carica elettricamente e non è quindi rischioso prestarle soccorso, ad esempio con la respirazione bocca a bocca e il massaggio cardiaco. L’80% delle persone colpite da un fulmine sopravvive se viene soccorsa tempestivamente.


RIASSUMENDO, in caso si concretizzi il temporale, riduci quanto possibile gli spostamenti, evitando alberi e carichi sospesi, facendo attenzione a guadi e sottopassi. Saranno possibili anche frane e smottamenti. Evita i bordi dei boschi con alberi alti, le cime delle colline o di dune, le recinzioni metalliche (possono trasmettere la corrente per centinaia di metri se non dispongono di adeguata messa a terra) e gli alberi isolati, soprattutto con rami lunghi e sporgenti.
Un temporale è pericolosamente vicino se il tempo che trascorre fra fulmine e tuono è inferiore a 10 secondi. In questi casi, è assolutamente necessario trovare un riparo: nell’automobile, in un edificio (meglio se con impianto parafulmine), nel bosco, ma tenendo una distanza da tronchi e rami bassi di almeno tre metri.

Se il temporale arriva improvvisamente, tanto che non è possibile trovare un riparo e il tempo che intercorre fra tuono e lampo è inferiore a cinque secondi, accovacciati al suolo (riparati in un avvallamento, possibilmente non allagato dalla pioggia, tenendo le braccia attorno alle ginocchia con i pieni vicini l’un l’altro, per ridurre al minimo la resistenza elettrica con la tensione di passo). Se sei in gruppo, tenete una distanza di almeno cinque metri fra una persona e l’altra. Errori frequenti: correre o sdraiarsi a terra, sostare sul bordo del bosco o sotto alberi isolati, tenere una distanza insufficiente fra le persone, toccare oggetti metallici.

 

⚠️ Il RISCHIO di FORTI RAFFICHE DI VENTO

può essere spesso presente nell'area della Piana Fiorentina e non è mai da sottovalutare a causa dei danni che può provocare. In passato ha raggiunto e superato i 100 km/h, come in occasione della tempesta di vento della notte tra il 4 e il 5 marzo 2015 in tutta la Toscana, quando i danni furono davvero ingenti.

Per mitigare questo rischio naturale è necessario seguire le seguenti norme di prudenza:

PRIMA

  • Verificare la stabilità del proprio tetto e delle piante nella propria proprietà se presenti, eventualmente provvedere alla manutenzione
  • valutare preventivamente circa eventuali strutture o piante che possano interessare la propria abitazione, anche se limitrofe
  • preparare un elenco dei numeri utili in caso di emergenza e un kit di emergenza, utile qualora si debba rapidamente evacuare dalla propria abitazione
  • sistemare e fissare opportunamente tutti gli oggetti che nella propria abitazione o luogo di lavoro si trovino nelle aree aperte esposte agli effetti del vento e rischiano di essere trasportati dalle raffiche (vasi e altri oggetti su davanzali o balconi, antenne o coperture/rivestimenti di tetti sistemati in modo precario, ecc.)
  • sono particolarmente a rischio tutte le strutture mobili, specie quelle che prevedono la presenza di teli o tendoni, come impalcature, gazebo, strutture espositive o commerciali temporanee all’aperto, che necessitano dunque di una verifica accurata, un rinforzo nel fissaggio o la necessità di provvedere a smontarli in caso di allerta meteo con venti particolarmente forti

 

DURANTE

Se sei all'APERTO

  • evitare le zone esposte, guadagnando una posizione riparata rispetto al possibile distacco di oggetti esposti o sospesi e alla conseguente caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri, come un vaso o una tegola
  • evitare con particolare attenzione le aree verdi e le strade alberate. L’infortunio più frequente associato alle raffiche di vento riguarda proprio la rottura di rami, anche di grandi dimensioni, che possono sia colpire direttamente la popolazione che cadere e occupare pericolosamente le strade, creando un serio rischio anche per motociclisti ed automobilisti


Se sei ALLA GUIDA

  • prestare particolare attenzione perchè le raffiche tendono a far sbandare il veicolo, e rendono quindi indispensabile moderare la velocità o fare una sosta
  • particolare attenzione nei tratti stradali esposti, come quelli all’uscita dalle gallerie e nei viadotti; i mezzi più soggetti al pericolo sono i furgoni, mezzi telonati e caravan, che espongono alle raffiche una grande superficie e possono essere letteralmente spostati dal vento, anche quando l’intensità non raggiunge punte molte elevate
  • fare attenzione alla presenza di alberi e strutture temporanee o pericolanti e nei centri urbani
  • in collina prestare attenzione alla possibile presenza di detriti e alla caduta di piante e sassi

 


Le scuole e tutti i servizi pubblici saranno regolarmente aperti, salvo indicazioni future che saranno pubblicate sui nostri canali ufficiali (vedi elenco in fondo a questo post).

Questo servizio comunale è attivo h24, notturni e festivi inclusi, per garantire la repentina informazione dei rischi e delle criticità sul territorio oltre alla pronta partenza in caso di emergenza.


❤️ Interagisci con la Protezione Civile sui Social:

➡️ Facebook:    facebook.com/PCSesto/
➡️ Instagram:   instagram.com/pcsesto/
➡️ Twitter:        twitter.com/pcsesto
➡️ Telegram:    t.me/PCSesto

Ultimo aggiornamento: Mar, 29/09/2020 - 10:13