Dispersione delle ceneri derivanti dalle cremazioni dei defunti

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì, 22 Luglio 2020

Descrizione

La Legge n. 130/2001 e la L.R.T. n. 29/2004 prevedono che il defunto, con disposizione testamentaria, possa decidere che le proprie ceneri risultanti dalla cremazione vengano disperse.
La dispersione delle ceneri è eseguita dai soggetti espressamente indicati dal defunto.

In mancanza di tale indicazione la dispersione è eseguita da:

  •     l'esecutore testamentario;
  •     il coniuge o, in difetto, il parente più prossimo individuato secondo gli articoli 74 e seguenti del codice civile e, nel caso di concorrenza di più parenti nello stesso grado, persona indicata dalla maggioranza assoluta di essi;
  •     rappresentante legale delle associazioni riconosciute che abbiano tra i propri fini quello della cremazione dei cadaveri dei propri associati ed alla quale il defunto sia iscritto.

Non verificandosi nessuna di queste ipotesi, la dispersione è effettuata dal personale autorizzato dal Comune.

Modalità di richiesta

La domanda di dispersione deve essere presentata al Comune di decesso.

La volontà del defunto deve manifestarsi attraverso apposita disposizione testamentaria.

Inoltre:

  •     per coloro, i quali, al momento della morte risultino iscritti ad associazioni riconosciute che abbiano tra i propri fini quello della cremazione dei cadaveri dei propri associati, è sufficiente la presentazione di una dichiarazione in tal senso in carta libera scritta e datata, sottoscritta dall'associato di proprio pugno, dalla quale chiaramente risulti detta scelta. La dichiarazione deve essere convalidata dal presidente dell'associazione;
  •     per i minori e per le persone interdette la volontà deve essere manifestata dai legali rappresentanti.

Iter procedura

Se il decesso e la dispersione avvengono nel territorio comunale è sufficiente l'autorizzazione dell'ufficiale di stato civile di Sesto Fiorentino.

 

Se il decesso è avvenuto in un Comune diverso, per la dispersione nel Comune di Sesto Fiorentino è necessario anche il nulla osta dell'Ufficio di Polizia Mortuaria.

Costi

€ 16,00 per l'istanza.

Tempi

Rilascio immediato

Normativa di riferimento

L. 130/2001, L.R.T. 29/2004, come integrata e modificata con L.R.T. n. 66/2013, Regolamento comunale sulla cremazione e sulla destinazione delle ceneri approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 63 del 14/11/2006 e modificato con le successive deliberazioni n. 67 del 09/09/2014 e  n.77 del 29/09/2014

Reclami ricorsi opposizioni

FORME DI TUTELA AMMINISTRATIVE E GIURISDIZIONALI

Nei confronti del provvedimento finale può essere proposto ricorso al giudice amministrativo entro il termine di decadenza di 60 giorni dalla comunicazione/notificazione, dalla pubblicazione o dalla conoscenza del provvedimento stesso, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 2 luglio 2010, n. 104.

In alternativa può essere presentato ricorso al Presidente della Repubblica entro il termine di decadenza di 120 dalla comunicazione/notificazione, dalla pubblicazione o dalla conoscenza del provvedimento stesso, secondo quanto previsto dal D.P.R. 1199/1971.

POTERE SOSTITUTIVO

In caso di inerzia del personale dirigenziale il potere sostitutivo è attribuito al Segretario Generale, in base alla deliberazione del Commissario Straordinario n. 31 del 29 settembre 2015, assunta con i poteri della Giunta.

 

Riferimenti e contatti

Ufficio
Stato Civile e certificati anagrafici
Referente
Gloria Gualtieri - Serena Marianini
Responsabile
Lara Burberi
Indirizzo
Largo V Maggio
Tel
0554496250 - 0554496368 0554496212
E-mail
statocivile@comune.sesto-fiorentino.fi.it - servizidemografici@pec.sesto-fiorentino.net
Orario di apertura
Per gli orari consultare il link a destra

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *